.

  Igenia S.r.l. - Sede legale: Via Tacito 41 - Roma
Sede Operativa: Viale Magna Grecia n.144 - Taranto
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel/fax +39 099 7350113

   

Logowww.checklab.it

 Accredia Checklab

                                  

Monitoraggio e Analisi per Lavanderie industriali - Sistema RABC

Sistema RABC (Risk Analysis Biocontamination Control System) per i Tessili trattati in lavanderia - Applicazione dei requisiti previsti dalla norma UNI EN 14065:2004

Igenia è attrezzata per monitorare e analizzare i flussi di lavoro delle lavanderie, e quindi analizzare la possibile la biocontaminazione dei tessili durante le procedure di lavaggio, e quindi suggerire, qualora ci fossero, le soluzioni per abbatterle. Queste fasi sono propedeutiche alla definizione di procedure che portano all’ottenimento del certificato RABC

Nel settore dei servizi tessili l’applicazione del sistema RABC (Risk Analysis Biocontamination Control System) garantisce un livello prestabilito di qualità microbiologica in funzione dell’utilizzo dei vari tessili e dei requisiti di qualità microbiologica ad esso connessi; la norma europea UNI EN 14065: 2004.

Il sistema RABC certificato da Igenia è conforme a quello sviluppato dall’Associazione Unitaria Industrie di Lavanderia (AUIL).

Tale certificato trova applicazione principalmente per i tessili da trattare provenienti dai seguenti settori:

  • ospedaliero e sanitario,
  • alimentare e settori connessi,
  • farmaceutico,
  • gastronomico/alberghiero,
  • con particolari requisiti individuali (liberamente definibili secondo classificazione del cliente).

Gli articoli che arrivano alle industrie di lavanderia sono contaminati da microrganismi provenienti dall’ambiente in cui sono stati utilizzati. Lo scopo del Sistema RABC è quello di sviluppare la procedura certificata per non riconta minare gli articoli durante e dopo il procedimento di lavaggio/disinfezione fino ala riconsegna al cliente.

L’utilizzo di buone pratiche di lavorazione, manuale RABC, così come l’applicazione di un sistema per la qualità, sono le premesse per il raggiungimento di una qualità microbiologica definita.

Il contatto con possibili pericoli e la valutazione del rischio rientrano nella pratica costante per gli operatori delle industrie di lavanderia. Dopo la massima disinfezione (tramite parametri chimici e fisici) i tessuti possono essere nuovamente contaminati microbiologicamente. Risulta, quindi, indispensabile individuare ed evitare l’eventuale ricontaminazione.

Per ottenere questi risultati sono necessari: idoneità e buon funzionamento degli impianti, efficiente ed efficace organizzazione e gestione dei processi produttivi. Tale sistema di garanzia, quindi l’ottenimento della certificazione RABC - UNI EN ISO 14698-1:2004, costituisce un fattore di concorrenza nei relativi segmenti di mercato.

Il manuale e la certificazione RABC illustrano come monitorare e controllare il rischio ed della biocontaminazione secondo i principi della norma UNI EN ISO 14698-1:2004, a cui fa riferimento anche la norma europea 14065, e stabiliscono i requisiti ed i limiti di accettabilità necessari per l’ottenimento dello stesso  certificato RABC.

Le Linee Guida RABC sono suddivise in diversi capitoli in conformità con le prescrizioni della norma 14065; e i capitoli sono corredati da esempi relativi ai documenti specifici che le aziende devono creare, sviluppare e mantenere per garantire la validità del sistema RABC adottato.

L’applicazione dei principi RABC richiede procedure controllate e documentate nonchè la registrazione delle informazioni ottenute, che costituiscono la base del manuale RABC.

Principio 1: elenco dei pericoli microbiologici e delle misure di controllo

  • 1. Individuare il pericolo (o i pericoli) connessi al processo, al prodotto o al personale;
  • 2. Valutare e classificare i livelli di rischio di biocontaminazione dei tessili in ogni fase del processo, derivanti dal pericolo;
  • 3. Identificare i provvedimenti di controllo atti a eliminare o ridurre i rischi di biocontaminazione dei tessili per ottenere la qualità microbiologica stabilita per la destinazione d’uso dei tessili.

Principio 2: definizione dei punti di controllo (CP)

  • Stabilire i punti che devono essere oggetto di controllo (punti di controllo) nelle varie fasi del processo, comprese le condizioni ambientali, per eliminare o ridurre il rischio.

Principio 3: livelli prefissati, limiti e tolleranze

  • Stabilire per ogni singolo punto di controllo i valori che non devono essere superati al fine di garantire la qualità microbiologica dei tessili.

Principio 4: sistema di monitoraggio

  • Stabilire la frequenza delle prove o delle osservazioni per il monitoraggio dei punti di controllo.

Principio 5: azioni correttive

  • Stabilire le azioni correttive da intraprendere qualora il monitoraggio dei CP rilevi che un particolare punto / un particolare procedimento / una particolare fase di processo / una particolare condizione ambientale, non rientrano nei limiti di accettabilità stabiliti. Si ricorda che con azione correttiva si intende un’azione volta all’eliminazione della causa del malfunzionamento del sistema, da ricercare tramite l’analisi della non conformità rilevata, e non un semplice “trattamento” del problema.

Principio 6: procedimento di controllo per il sistema RABC

  • Stabilire i procedimenti atti a verificare che il sistema funzioni in modo efficace.

Principio 7: documentazione

  • Definire e mantenere una documentazione adeguata al controllo.

Workforce

workforce2

L’alta professionalità della workforce composta da laureati in Scienze Biologiche, Scienze e Tecnologie Alimentari, Scienze Agrarie, Chimica, Medicina con specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva, rende possibile la realizzazione dei sistemi di gestione integrata inerenti la qualità, l’ambiente e la sicurezza.

IGENIA è un gruppo orientato al miglioramento continuo attraverso procedure di rilevazione delle criticità e di implementazione di soluzioni efficaci, 
impegnato in una politica di individuazione delle strategie e degli obiettivi, e responsabilizzato sul loro raggiungimento.

Workforce - Attrezzature

Scroll to top