.

  Igenia S.r.l. - Sede legale: Via Tacito 41 - Roma
Sede Operativa: Viale Magna Grecia n.144 - Taranto
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel/fax +39 099 7350113

   

Logowww.checklab.it

 Accredia Checklab

                                  

Acque di balneazione

Normativa di riferimento

  • Direttiva Balneazione (Dir. 2006/7/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio) del 15 febbraio 2006 relativa alla gestione della qualità delle acque di balneazione e che abroga la direttiva 76/160/CEE;
  • D.lgs 116/2008 - Attuazione della direttiva 2006/7/CE relativa alla gestione della qualita’ delle acque di balneazione e abrogazione della direttiva 76/160/CEE;
  • D.M. 30/03/2010 - Determinazione del divieto di balneazione - Definizione dei criteri;

La Direttiva in vigore privilegia una gestione integrata della qualità delle acque allo scopo di mettere in atto azioni volte a prevenire l´esposizione dei bagnanti.

Analisi

Il prelievo ed analisi contempla la determinazione della carica batterica di:
Escherichia coli; Enterococchi spp. intestinali; cioè gli indicatori di contaminazione fecale dove la frequenza dei controlli è di almeno ogni 4 settimane durante la stagione balneare, secondo un prestabilito calendario, per un numero minimo di 4 campioni all´anno per punto di prelievo.
Il giudizio della qualità è basato su un calcolo statistico di valutazione del 95° percentile o 90° percentile dei dati microbiologici; inoltre è prevista l’esposizione di informazioni
certificate, dettagliate ed immediate al pubblico.
Ai fini della classificazione della qualità delle acque di balneazione, in particolare, la Direttiva 2006/7/CE individua soltanto 2 indicatori di contaminazione fecale di provata rilevanza sanitaria, Enterococchi intestinali ed Escherichia coli.

Analisi e monitoraggio

I prelievi e analisi sono eseguiti ed ottimizzati mediante un´accurata conoscenza del profilo di costa, vento, marea, agenti atmosferici, e quindi in base ad una analisi integrata
dell’area sulla base della conoscenza del profilo della costa antistante in relazione alle possibili fonti di contaminazione, ed indicando i possibili interventi con necessarie misure di gestione delle fonti di impatto rilevate ai fine di perseguire obiettivi di miglioramento
della qualità delle acque;

Acque di balneazione

Le acque di balneazione, secondo Direttiva 2006/7/CE , sono classificate secondo le 4 classi di qualità:

  • eccellente,
  • buona,
  • sufficiente,
  • scarsa

Questo però è possibile se si possono determinare i dati degli ultimi quattro anni.
La classificazione delle acque determina da parte delle Regioni e delle Provincie autonome alcune disposizioni, fra le quali il divieto di balneazione e misure per impedire l’esposizione dei bagnanti all’inquinamento; individuazione delle cause e delle ragioni del mancato raggiungimento dello status qualitativo «sufficiente».

Workforce

workforce2

L’alta professionalità della workforce composta da laureati in Scienze Biologiche, Scienze e Tecnologie Alimentari, Scienze Agrarie, Chimica, Medicina con specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva, rende possibile la realizzazione dei sistemi di gestione integrata inerenti la qualità, l’ambiente e la sicurezza.

IGENIA è un gruppo orientato al miglioramento continuo attraverso procedure di rilevazione delle criticità e di implementazione di soluzioni efficaci, 
impegnato in una politica di individuazione delle strategie e degli obiettivi, e responsabilizzato sul loro raggiungimento.

Workforce - Attrezzature

Scroll to top